Archivi tag: tofu

Bastoncini di finto pesce ;)

"Un giorno ci toccherà morire Snoopy" 
"Certo Charlie Brown, però gli altri giorni no!"

So che con questa ricetta attirerò le ire degli amanti del pesce perché “non si può chiamare ‘sta cosa pesce” e anche di qualcuno tra chi mangia vegetale perché “non dobbiamo trovare sempre il sostituto delle cose”.  Certo, avete ragione tutti, ma a me piaceva il nome così e non me ne venivano altri, quindi se avete proposte migliori sono ben accette.

Siccome sono un genio del male, ho pure perso la ricetta con le dosi precise e gli ingredienti esatti. Nell’attesa di un ritrovamento, la provo a riscrivere – perdonate la scarsa precisione nell’indicazione delle dosi (è anche vero che in questa ricetta, non è fondamentale essere così precisi nelle quantità).

bastoncini33

Ingredienti:

  • tofu (quello solido, non silk) con un panetto da 200 gr ne abbiamo per 2 persone
  • alga kombu
  • alga wakame
  • farina di ceci
  • pan grattato
  • sale
  • olio e.v.o.
  • salsa di soia
  • peperoncino  (opzionale)
  • pepe
  • prezzemolo
  • salvia
  • aglio (opzionale)

Cominciate tagliando a fette spesse il tofu: le fette saranno quelle usate per i bastoncini perciò non esagerate, ma attenzione a non lasciarle troppo fine. perché altrimenti si romperanno. Fatele bollire in un pentolino con acqua (in alternativa va bene anche brodo vegetale se ne avete, verranno più saporiti).

Una volta bollite le fettine per 5-10 minuti, scolate e lasciate raffreddare. Preparate un composto con olio, salsa di soia, pezzettini di alghe, pepe, prezzemolo, salvia e, se vi piacciono, un pizzico di peperoncino e uno spicchio d’aglio schiacciato. Il tofu va lasciato a marinare bagnato da questo composto per almeno mezzora, ma se avete più tempo tanto meglio :)

A questo punto, create una pastella con farina di ceci, acqua, sale e un trito di alghe, prezzemolo e salvia. Deve essere abbastanza densa da non colare via troppo dai bastoncini quando li immergeremo. Passateli dunque tutti in questo composto e rotolateli subito nel pan grattato. A questo punto, passateli in padella (dove avrete scaldato un filo d’olio). Girateli spesso durante la cottura perché non si brucino.

Al termine della cottura, metteteli in un piatto e asciugate con uno scottex l’olio in eccesso sui bastoncini.

Io ho servito con patate al forno con rosmarino e ceci conditi con il liquido della marinatura del tofu (come vedete qui sotto!) .

bastoncini22

Share Button

Semplice CHEESECAKE del BOSCO (senza forno)

Quando uno dei dolci che cucino dura meno di 10 ore, le possibilità sono due: o siamo alla fine della settimana, urge una spesa e non c’è nulla da mangiare tranne una zucchina cruda e mezzo carciofo, :-S oppure è qualcosa di davvero apprezzabile. :cool: Non so quale dei due casi ci riguardi oggi, ma la torta in questione ha passato poco tempo in frigo.

La passione per la cheesecake ce l’ho dai tempi in cui ero ancora vegetariana e la preparavo con la ricotta, la robiola e via dicendo. Ecco perchè SO quali livelli deve raggiungere :lol:

Questa ricetta è molto semplice da realizzare, quello che conta è la scelta degli ingredienti. Della serie “pochi ma buoni”. Se non trovate il tofu vellutato, per esempio, difficilmente il risultato sarà così liscio, omogeneo e senza retrogusti alla plastica.

Il nome che ho scelto si lega al fatto che questa torta viene preparata con una marmellata di lamponi e decorata con i mirtilli; vivendo vicino a dove si producono i frutti di bosco e mangiandone io stessa a quintali, come potevo esimermi? :smile:   :lol:

Colgo l’occasion per linkarvi qui le altre versioni della cheesecake :smile:

cheese2

Ingredienti:

  • 160 gr di biscotti ai cereali vegani (ne trovate tranquillamente al supermercato a un prezzo decente – ad esempio quelli confezionati “a tubo” della marca verde della coop- in alternativa, vanno bene anche i Digestive)
  • 40 gr di mandorle
  • 35 gr di olio di semi
  • 400 gr di tofu vellutato
  • 200 ml di panna vegetale per dolci (quella da montare per capirci, ne serve una confezione della grandezza pari a quella della panna da cucina)
  • 30-40 gr di zucchero
  • un pizzico di vaniglia in polvere
  • due cucchiaini di agar agar

Tritate le mandorle e i biscotti, poi aggiungete l’olio di semi e mescolate. Foderate il fondo di una tortiera a cerniera (io l’ho presa con un diametro di  24 cm) con la carta forno e stendete il composto “sabbioso” creando una base uniforme. Mettete lo stampo in frigo (in alternativa potete  anche tostare la base in forno per renderla più compatta).

Nel mixer, passate il tofu con la panna, lo zucchero e la vaniglia. Ottenuta una crema liscia e senza grumi, trasferite tutto in un pentolino sul fuoco, aggiungete i due cucchiaini di agar agar mescolando attentamente con una frusta e portate a ebollizione per qualche minuto.

Lasciate intiepidire il composto e poi versatelo nella tortiera sopra la base biscottosa. Una volta fredda, mettetela in frigo per qualche ora e decoratela con marmellata di lamponi e mirtilli.

Ah! Il tocco finale è l’aggiunta di un cucchiaino di succo di limone nella marmellata :cool:

cheese4

Share Button

SoiaMousse al Gianduia

Alla fine di un pranzo importante come quello di Pasqua, diventa impegnativo fare un dolce impegnativo come una torta diplomatica. Ecco perché io sceglierò di presentare dei mini dolcetti ;) tra questi, anche dei bicchierini di mousse al cioccolato gianduia. Il vero gianduia è infatti privo di latte  :cool: mousse2

Ingredienti:

  • 90 gr. di cioccolato gianduia con nocciole intere (io ho usato quella trovata alla coop)
  • 20 gr. di zucchero integrale mascobado
  • un goccio di latte di riso
  • 200 ml di panna di soia da montare (controllate che questo sia specificato)
  • 50 gr. di cioccolato fondente
  • un cucchiaio di zucchero bianco
  • 250 gr. di tofu silk /vellutato

Tritate il cioccolato al gianduia con un tritatutto, aggiungete lo zucchero integrale e il latte di riso continuando a tritare. Infine, unite al composto anche il tofu, fino a renderlo omogeneo.

A parte, montate la panna di soia e poi aggiungete il cioccolato fondente fuso (lasciatelo però un pochino raffreddare) e il cucchiaio di zucchero bianco: continuate a montare il tutto per un minuto.

Aggiungete alla panna e company quanto avevate preparato prima e montate il tutto assieme. Potete servire in tazzine o bicchieri da liquore; la decorazione dipende dai gusti dei vostri commensali (scaglie di nocciole, di cioccolato fondente o gianduia, zucchero di canna ….) Ovviamente, conservatela in frigo  :smile:

ps: non sono pro pubblicità, ma se vi aiuta … l’unico tofu silk che trovo in giro è quello di questa marca e va piuttosto bene! https://taifun-tofu.de/it

Share Button

CHEESECAKE LIGHT al CIOCCOLATO

cheesecake cioc
Facendo questo dolce, mi sono accorta che è ottimo per l’estate: ci si mette poco, non serve cuocerlo e -con pochi accorgimenti- potrete farlo con un bassissimo apporto calorico! (in ogni caso riporto anche le scelte per la versione più golosa tra parentesi negli ingredienti)
Ingredienti:

  • 250 gr di biscotti digestive o biscotti secchi senza latte, uova ecc (oppure 150 gr di biscotti + 100 di mandorle)
  • olio di semi (+, opzionale, margarina)
  • un cucchiaio di cacao (opzionale, da aggiungere alla base se la volete scura)
  • 125 gr di cioccolato fondente
  • 350 gr tofu silk, ma se ne avete meno no problem!: è un tofu molto molle, si trova in alcune coop grandi o in alcuni negozi bio, oltre che su internet, sul mio c’era scritto che la ricetta originale viene dal giappone NON FATEVI SCORAGGIARE DAL NOME STRANO, vale davvero la pena di provarlo, è veramente ineguagliabile oltretutto, almeno alla coop, non costa più di un formaggio fresco  non ho provato con il tofu normale, perciò non garantisco sul suo utilizzo!
  • sciroppo d’agave (o zucchero, dipende da quanto/se la volete dolce e dalla consistenza della crema che avrete ottenuto)
  • 1 cucchiaino di agar-agar (è un alga in polvere che dà l’effetto della colla di pesce, ma è molto più potente e anche più sana e ovviamente è vegetariana/vegana; per chi non lo sapesse, la colla di pesce è fatta con i peggiori scarti del maiale, in particolare con parti delle interiora… ehm a voi la scelta!)

Dunque: per la base, come per tutte le cheesecake, tritate i biscotti o-se avete scelto la variante golosa- biscotti e mandorle. Aggiungete olio di semi (e/o margarina se lo volete più calorico e saporito) finchè non vedete che, schiacciandolo, il composto “sta insieme”. Poi disponete il tutto sulla base di una tortiera a cerniera foderata di carta forno (un consiglio, mettetela solo sulla base, tanto sui lati non attaccherà, basterà aiutarsi con uno stuzzicadenti nell’estrarre la torta). Se riuscite, fate anche un po’ di bordo con il composto, viene carina  e poi mettete in frigo o freezer. Per la parte di cioccolato, sciogliete il ciocc. fondente a bagno maria, eventualmente con un goccino di latte di soia. Mettetelo nel mixer con il tofu e eventualmente addolcitelo con l’agave o lo zucchero. per aggiungere l’agar agar, scioglietela prima sul fuoco in un po’ di latte di soia caldo (basta qualche secondo dopo che ha iniziato a bollire). Mescolato il tutto, aggiungetelo alla base e mettete in frigo per diverse ore. Io ho impiattato semplicemente con un filo di sciroppo d’agave e qualche mandorla senza grandi decorazioni  tanto è finita subito!

Share Button

Il MIO DOLCE DI NATALE

Siete pronti per la versione Christmas esagerata della cheesecake? eccola qua, d’altra parte non poteva mancare, la adoro! :-D

vegan cheese

Ingredienti:

  • 40 gr. di nocciole
  • 160 gr. di digestive
  • 50 gr. di burro di soia (oppure metteteci l’olio di semi  )
  • 350 gr. di tofu (scegliete sempre marche dal sapore più neutro possibile, e se riuscite a metterne almeno metà di tofu “molliccio” ancora meglio; per capirci è quel tipo di tofu chiamato kinugoshi… comunque viene perfetta anche senza!)
  • 370 gr. d yogurt di soia alla vaniglia (o bianco + aroma vaniglia)
  • un goccio di latte di soia
  • 100 gr. di cioccolato alla gianduia senza latte (è chiaro che si può sostituire con cioccolato fondente+nocciole tritate+zucchero)
  • 150 gr. di panna di soia (io sojade)
  • 60 gr. di maizena
  • 5-6 cucchiai di zucchero
  • 20 gr. di sciroppo di agave (oppure altro zucchero)

Decorazione:

  • una confezione di panna per dolci da montare vegetale (io valsoia per questa volta)
  • castagne
  • cioccolatini fondenti o… spazio alla creatività :-)

Cominciate tritando nocciole e biscotti, aggiungete il burro di soia o l’olio di semi e schiacciate il composto in fondo ad una tortiera a cerniera (come sempre foderate il fondo di carta forno).
Lavate il tofu, tritatelo e aggiungete yogurt, panna, zucchero e agave. Sciogliete la barretta di cioccolato in un pentolino insieme al latte di soia mescolando energicamente in modo che non attacchi. Appena è sciolto, aggiungetelo al composto di tofu ecc. A questo punto, unite anche la maizena e assaggiate che-per i vostri gusti- sia sufficientemente dolce. Mettete il composto nella tortiera e cuocete 20 minuti a 180° (forno già caldo) e 25 minuti a 160°. Mi raccomando, non aprite il forno durante la cottura.
Una volta pronta e raffreddata la base, montate la panna (fredda, freddissima da frigo o freezer), se vi sentite diabetiche aggiungete pure dello zucchero, ma non servono altri additivi per mantenerla montata, perlomeno non con la valsoia. Infine decorate … io ci ho messo castagne lesse e piccoli biscottini a cuori ricoperti di cioccolato (sono di una marca trovata al NaturaSì, sia vegan che gluten free!).
Lasciatela in frigo finchè non la servite. Ah, non durerà molto fidatevi! :-D

Share Button

TOFU STRAPAZZATO alle VERDURE

Ecco qui un’ottima idea, da usare sia come “salsa” per accompagnare focacce, crostini e panini ai buffet, sia come secondo piatto insieme a qualche contorno.

Tofu strapazzato

Ingredienti per 2 persone:

  • Una confezione di tofu (mi raccomando, prendete pure quello solido, ma attenzione alla marca, in modo da non incorrere in saporacci che ricordano più la plastica che un alimento);
  • curcuma
  • curry (se lo avete, sia quello giallo classico che quello dolce indiano)
  • zucchine
  • peperoni (meglio se grigliati e sottolio)
  • sale/brodo vegetale
  • olio e.v.o. o semi
  • panna di soia (o panna vegetale)

Il tutto è veramente di una semplicità unica: lavate il tofu sotto l’acqua, cercate di strizzarlo per eliminarla e poi riducetelo a pezzettini molto piccoli sbriciolandolo.Nel frattempo, mettete un goccio di olio in una pentola antiaderente e fate saltare le zucchine a pezzetti (anche i peperoni se non sono grigliati). Occhio a non friggere, aggiungete il brodo vegetale e la curcuma.
Quando le zucchine saranno a metà cottura (se le tastiamo con la forchetta devono essere più morbide), aggiungiamo il tofu: attenzione, l’acqua non deve essere troppa, ma nemmeno asciugarsi mai completamente. Dopo 5 minuti, aggiungiamo curry e peperoni grigliati (se non erano già stati messi prima); facciamo girare il tutto e, solo dopo che si sarà ben amalgamato, mettiamo la panna di soia e aggiustiamo di sale, lasciando cuocere almeno 10 minuti senza mai far asciugare completamente. Dunque, avete fatto tutto bene se non si sentirà più il sapore del tofu nè quello della panna di soia e se il composto avrà assunto un bel colore giallo vivace. Caldo è ottimo, ma anche da freddo è assolutamente gustoso. Qualcuno hai miei buffet l’ha scambiato per uova strapazzate speziate ;-) ahahah! buon appetito a tutti!

Share Button

CHEESECAKE veg GLUTEN FREE

cheesecake celiac

Volevo fare qualcosa per un’amica celiaca…perciò ecco la ricetta di una cheesecake.

Primo momento: terrore! poi tutto diventa molto facile  :) vorrei fare davvero i complimenti a quelle amiche celiache che han fatto la scelta vegan. Sono le prime a incoraggiare tutti e sono anche le più brave a trovare ricette sempre nuove e super !

CHEESECAKE VEGAN Ingredienti:

  • 150 grammi di biscotti per celiaci (ne ho presi un pacco al cocco che erano anche veg al supermercato, ma volendo ci sono diverse ricette in internet);
  • 50 gr di mandorle tritate;
  • 2/3 cucchiaini di cacao amaro/zucchero/farina di cocco, opzionale se vi piace;
  • olio di semi finchè gli ingredienti sopra non formano un impasto che schiacciando resta compatto (ho preferito evitare la margarina);
  • 400 gr di tofu bianco naturale;
  • 50 gr. di zucchero (ma potete aumentare o diminuire, assaggiate!);
  • 40/50 gr farina di riso;
  • 300 gr di yogurt di soia (io l’ho preso alla vaniglia);
  • cannella in polvere.

Per la base non dovete fare altro che tritare i biscotti e unirli alle mandorle, poi mettere l’olio di semi. Non deve venire un impasto a palla ma una “sabbietta” che schiacciando tende a rimanere compatta. Se volete potete appunto aggiungere cacao amaro (diventa ovviamente scura), zucchero, o farina di cocco. Questi ultimi sono utili anche se avete abbondato troppo con l’olio, insieme a un po’ di altri biscotti tritati o mandorle. Non preoccupatevi, la base in qualche modo viene! stendete la carta forno sulla base di una tortiera a cerniera, e chiudete l’anello “incastrando” la carta forno sul fondo. in questo modo avrete una forma più bella, non attaccherà il fondo e basterà uno stuzzicadenti per staccare i bordi. Mettete in frigo o freezer. Tritare il tofu, aggiungete un pizzico di cannella, lo yogurt alla vaniglia, lo zucchero. Assaggiate: è abbastanza dolce? se per voi la risposta è no, aggiungete altro zucchero. completate con la farina di riso e mettete nella base. Cuocete a forno già caldo 20 minuti a 180° e altri 20 minuti a 160°. lasciate raffreddare prima di staccare i bordi con lo stuzzicadenti e poi togliete l’anello. Io ho decorato con marmellata di lamponi e frutta di stagione: qui abbondano i frutti di bosco SLURP! la destinataria è rimasta molto soddisfatta, ma il suo papà ne ha mangiata addirittura doppia razione :D
NB: se non trovate lo yogurt alla vaniglia, potete aromatizzare con le bacche (che dovrebbero essere prive di glutine se naturali) o le fialette (per queste ultime si deve controllare). Ho eliminato la panna anche se molti dicono vada bene, perché gli addensanti non mi convincevano per la versione celiaci. Per il tofu, andate tranquilli, prendetelo più naturale possibile e senza quel retrogusto plasticoso che hanno certe marche. Ah… io ho semi-toppato la base, nel senso che mi è venuta un pelo troppo liquida… beh il responso è: no problem, si solidifica comunque in forno  :D

Share Button

CHEESECAKE Veg: la cheesecake senza cheese

(Ossia, l’ennesima dimostrazione che da veg si può tutto!)
Ho voluto provare la versione con il tofu, ma cercherò al più presto di crearne una davvero simile sostituendolo (se non fosse possibile tutto, almeno in parte!) devo ammettere che da questa ricetta si può ottenere una versione assolutamente simile a quella formaggiosa … è fondamentale però che scegliate un tipo di tofu morbido e senza quel saporaccio che hanno alcune marche. Se –come me- non siete esperti, chiedete ai commessi dei negozi bio! cheesecake 2
Ingredienti:

  • 160 grammi di biscotti secchi tritati che non contengano derivati animali (io ho preso i comun digestive, che sono gli stessi che usavo per la cheesecake col vero cheese  )
  • 40 grammi di nocciole tritate
  • 50 grammi di margarina (più eventuale olio di semi)
  • 500 grammi di tofu naturale morbido
  • 300 grammi di yogurt di soia naturale alla vaniglia (io ho preso quello della provamel e ho decisamente abbondato, se non trovate quello alla vaniglia, aromatizzate il composto con una fialetta o con i semini di un bacello di vaniglia)
  • 150 grammi di sciroppo d’agave
  • 100 grammi di panna di soia
  • 5 cucchiai di zucchero bianco (aumentate se la volete più dolce)
  • 60 grammi di maizena
  • Una tortiera apribile/a cerniera di 26 cm di diametro

Prendete i biscotti e tritateli, insieme alle nocciole, nel tritatutto/mizer. Subito dopo unite la margarina (precedentemente sciolto a bagnomaria oppure in padella), in modo da amalgamare bene il tutto. Se vi risultasse troppo secco (ma prima provate a metterlo nella tortiera) aggiungete un pochino di olio di semi. Ponete sul fondo della tortiere un foglio di carta da forno, chiudete la tortiera con il disco e versate il composto di biscotti, nocciola e burro; con un cucchiaio, pressatelo fino a creare una base uniforme e compatta. Lasciate raffreddare in frigo o in freezer (io non ho mai posto in quello -.-) in modo che la base si solidifichi.
Intanto, preparate la crema per la torta. In un recipiente abbastanza ampio, unite il tofu (io l’ho tritato bene!), con lo yogurt di soia, la panna e lo sciroppo. poi aggiungete lo zucchero e la maizena. Amalgamate gli ingredienti con una frusta poi assaggiatene un po’ e nel caso non fosse abbastanza dolce aggiungete zucchero.
Intanto la vostra base si sarà solidificata: versateci la crema appena preparata. Fate in modo che la crema sia ben livellata. Una volta fatto ciò, inserite la torta in forno, preriscaldato a 180 gradi e lasciate per i primi 20 minuti. I successivi 20 minuti, invece, diminuite la temperatura a 160 gradi. Subito dopo toglietela dal forno e lasciatela raffreddare sul tavolo per almeno 2 ore, prima di poterla togliere dalla teglia a cerniera. Nel caso i bordi fossero attaccati, aiutatevi staccandoli delicatamente con uno stuzzicadenti o un coltello. Prima di servirla, guarnitela: io ci ho messo marmellata di ribes e fette di pesca e albicocca… per me è migliorabile, ma per tutti gli altri è stato un successone!

Share Button