Archivi tag: patate

Tortel di PATATE – dalla tradizione Trentina

"Ricordo i nomi che da bambino davo alle erbe e ai fiori nascosti. Ricordo dove si trova il rospo e a che ora si svegliano d’estate gli uccelli – e l’odore degli alberi e delle stagioni – che aspetto aveva la gente e come camminava; ricordo anche il loro odore. La memoria degli odori è molto tenace". John Steinbeck

tortel2

Questa ricetta l’avevo postata cento anni fa -no dai in realtà solo un paio ;) – in occasione della settimana online con E.V.A.(Aida Vittoria Eltanin, l’autrice di diversi libri di cucina veg e sensibilizzazione a questo stile di vita e di questo bel sito: http://www.vegan-in-italy.net/ ). Beh è ora di divulgarla a più non posso!

Anche perché la facevano anche le nostre nonne proprio così, in Trentino è un must assoluto, e vegano già in origine.

Come si prepara?

Mi sento sempre un po’ in un misto tra imbarazzo e grande rispetto nel cercare di pubblicare ricette che preparavano le mie nonne … le mie versioni rendono sempre meno di un decimo delle loro, eppure gli ingredienti sono gli stessi.

Per questo, per questa ricetta, non scriverò i soliti ingredienti in lista tutti precisi, ma proprio come fanno le nonne … uno scarabocchio su un quaderno e tanta capacità di andare a occhio ;) [sono la prima a entrare in crisi in questi casi, non temete!].

Dunque, in tutta la sua semplicità, prendete delle patate, lavatele bene e grattuggiatele; scolate l’eventuale acqua che si è formata e poi aggiungete un po’ di cipolla, due cucchiai di fecola (così è pure gluten free) e sale . Mescolate il tutto e mettetele dentro una teglia foderata di carta forno e unta d’olio. Coprite con del rosmarino, meglio se appena raccolto in rametti dalla pianta :)

Cuocete a 180°, finché non è bello croccante fuori e dorato.

Io poi l’ho farcito con il formaggino (questo:  http://www.veg-passion.it/formaggio-facile-di-cannellini/ ) e ho infornato ancora un pochino.

Allora ci provate anche voi? ;)

NB: io non ho messo la varietà di patate perchè non ho mai riscontrato particolari problemi… forse è stata solo fortuna? ;) sul web dicono pasta gialla o varietà Kennebec (ken cosa?? haha), per dovere di cronaca io riporto tutto.

Un’altra cosa: tendenzialmente a Trento il tortel viene fritto, ma non è un obbligo assoluto. In Val di Non è molto famosa la “torta di patate”, che altro non è che un tortel al forno. Mi piace il fritto, ma se posso evitare di “puzzare” tutta la casa come una rosticceria sono più contenta :)

 

Share Button

Lasagnette semintegrali ai porri, patate e crema di noci

"Vorrei tanto che ci fosse un libro di cucina anche per la vita, con tutte le ricette che ti dicono come affrontarla nel modo giusto!... Lo so, adesso lei mi dirà:- Si impara sbagliando!"
 " No, quello che stavo  per dirle, e lei lo sa meglio di tutti, è che sono le ricette che uno si inventa quelle che funzionano meglio di tutte!"
 (da "Sapori e Dissapori")

Lanciamoci in questa nuova ricetta delle lasagne, il patto preferito di uno dei miei migliori amici. Dunque,  le lasagne le ho preparate in casa, ma sapete meglio di me che esistono vegan da comprare: la marca Ecor mi pare di buona qualità (se le devo comprare prendo queste, che sono secche). Tuttavia, le ho preparate in casa proprio perché hanno una buona componente di farina integrale. Cominciamo?

lasagne ppn 2

Ingredienti per le lasagne:

  • 100 gr di farina integrale
  • 220 di farina 0
  • 30 gr. di olio e.v.o.
  • 140 gr circa di acqua
  • sale

Ingredienti per la besciamella ai porri:

  • 4 porri
  • 1 litro di latte di soia senza zucchero
  • 70 gr di olio e.v.o.
  • 65-70 gr di farina 0
  • noce moscata
  • sale
  • pepe

Ingredienti per la crema alle noci:

  • 100 gr di noci sgusciate
  • 250 gr di yogurt di soia non zuccherato
  • un paio di cucchiai di panna di soia (facoltativo)
  • un cucchiaio di succo di limone
  • sale

Altri ingredienti:

  • 6 patate di media grandezza
  • lievito secco in scaglie o grana veg (=mandorle tritate e sale)

Per cominciare lessate le patate e i porri (questi vanno privati della parte esterna e di quella in cima che sono un pochino più dure e filamentose): come preferite, in pentola a pressione (mezzora per le patate e 5 minuti per i porri) o tradizionalmente bolliti. Poi pelate (se non l’avete ancora fatto) e tagliate a fettine sottili le patate.

Preparate la besciamella mescolando a crudo olio e farina e poi, sul fuoco, aggiungendo un po’ alla volta il latte e mescolando finché non si raggiunge una consistenza abbastanza densa (nb: anche se fosse un pochino liquida non fa nulla, perché con i porri si rassoda). Scolate e tritate con un mixer  i porri , che poi aggiungerete alla besciamella con noce moscata, sale e pepe. Mettete da parte.

Per preparare la pasta,basta mescolare farine, sale, olio e l’acqua (quest’ultima non tutta insieme, in modo da regolarvi con l’impasto): lavorate l’impasto almeno 5 minuti e poi lasciatelo riposare per mezzora… attenzione che non sia troppo secco!

A questo punto, tritate le noci in modo che ne risultino piccoli pezzettini ma non farina, e mescolate con lo yogurt, il sale, il limone e la panna. Mettete da parte (e assaggiate, è ultra buona!)

Stendete la pasta, con molta pazienza o con la macchina apposita (che io puntualmente non uso, perché risale a quando ancora non era stata scoperta la ruota credo!), create dei quadrati/rettangoli e bolliteli in acqua leggermente salata per alcuni minuti ciascuno. Aiutatevi con una schiumarola per scolarli e metteteli ad asciugare almeno qualche minuto.

Assemblaggio! In una pirofila stendete un velo di besciamella ai porri sulla parte inferiore e sui lati; proseguite con il primo strato di pasta, poi con uno di patate lessate e tagliate a fettine molto sottili e besciamella ai porri. Ripetete un altro strato identico, ma aggiungete anche la crema alle noci che avete  preparato. Poi concludete con altri strati di pasta, besciamella e patate finché non terminate gli ingredienti (o non riempite la pirofila).

Ricordate che in cima, per ultimo, va uno strato abbondante di besciamella, in modo che le lasagne non si secchino troppo e un velo di grana veg o lievito secco in scaglie per la crosticina. Cuocete per 30-40 minuti circa (attenzione che non bruci sopra) a 180°.

E’ un lavoro duro, ma qualcuno lo deve pur fare per poi mangiarselo! :)

 

Share Button

Zucchine ripiene al profumo di tabasco

Ripropongo frequentemente queste zucchine perché sono veloci da fare e  possono essere preparate con un buon anticipo.

zucchine ripiene 2

Ingredienti (per circa 4 persone):

  • 2-3 zucchine di medie dimensioni
  • 100 gr abbondanti di olive nere
  • una patata grossa lessata
  • sale
  • qualche goccia di tabasco
  • opzionale: semi di lino dorati e pan grattato (se non volete restare nel gluten free)

Scottate le zucchine in acqua bollente per almeno 5 minuti, fnchè non saranno tenere senza rompersi. Scolatele e lasciatele raffreddare, poi tagliatele a metà per il lungo.

Scavate la parte morbida con i semini all’interno aiutandovi con un cucchiaino e mettetela da parte. Poi, unitela alla patata lessa schiacciata, alle olive e agli altri ingredienti, passando tutto al mixer, ma mantenendo qualche pezzo più grossolano.

Completate mettendo il ripieno appena preparato dentro le zucchine che avrete posizionato in una teglia per forno leggermente unta; decorate con semi di lino e -se non è una ricetta gluten free- pan grattato e passate nel forno a 180° per almeno 20 minuti. Poi servite questo piatto caldo :)

ps: se avanzate parte dell’impasto, potete creare delle polpette da cuocere in forno con le zucchine!

 

Share Button

Insalata primaverile

Ho scelto appositamente qualcosa di light per questo secondo/contorno, visto che poi sarà accompagnato  :wink:

Ingredienti:

  • patate lessate
  • rucola
  • una manciata di noci
  • olio e.v.o.
  • sale
  • pepe
  • asparagi bianchi lessati

insalata primaverile 2

Questo piatto è semplicissimo e ovviamene anche molto rapido se le verdure sono già cotte! l’originalità sta nell’accostamento  :smile: Dopo aver disposto sul piatto da portata patate e asparagi, tritate finemente la rucola (deve essere un bel mazzo) con le noci, l’olio e un pizzico di sale: otterrete un pesto di rucola con cui cospargere le patate. Condite gli asparagi con olio e pepe e poi servite  :yell:

Share Button

Pasticcetto di verdure

L’idea è quella di proporre un bel menu pasquale ;) ed ecco quindi la prima proposta (poi vedrò di riunirle tutte in un unico post!)

Ingredienti (sarò volutamente vaga sulle dosi perché dipende molto dalle dimensioni della pirofila che utilizzate):

  • una verza
  • qualche patata
  • latte di soia
  • olio e.v.o. (+ burro di soia /margarina opzionale)
  • pan grattato
  • pomodori secchi sott’olio
  • noce moscata
  • sale

pasticcetto di verdure 2

Cominciamo lessando la verza e le patate e mettendole a raffreddare (consiglio sempre la pentola a pressione, per la verza ci vogliono più o meno 8 minuti, per le patate 10-15 perché le cuociamo intere).

Nel frattempo, prepariamo la besciamella: si prepara come nella ricetta delle lasagne veg, ma, al posto della farina, ci mettiamo il pan grattato (lo so, è strana ma da me è piaciuto poi il risultato). Tritiamo quindi i pomodori secchi unendoli al composto con un po’ di origano, sale e noce moscata.

Quindi passiamo una pirofila con il burro di soia o semplicemente cospargiamola con un po’ della besciamella preparata: a questo punto, tagliamo le patate a rondelle e creiamo uno strato; ne facciamo un altro con le foglie di verza e un’ultimo di besciamella ai pomodori secchi, e così via finché non arrivate a riempire la pirofila.

Infilate in forno per una mezzoretta a 180° e poi sfornate. E’ certamente un piatto comodo per le feste e i mega pranzi o cene perché si può preparare in anticipo senza che ne perda il sapore riscaldando.  :smile:

ps: se volete evitare che si secchi troppo, cercate di essere abbondanti con la besciamella!

Share Button

Verzini, alias sformatini di Verza

La sfida più bella, è far piacere a un onnivoro un piatto con una di quelle verdure bistrattate, che tradizionalmente tutti i bambini odiano. Anche se i poveri broccoli sono probabilmente in cima alla top ten in tal senso, le verze sono poco lontane. In ogni caso, provate questi, poi ne riparliamo  :cool:

verzinifin

 

Vi assicuro, sono più buoni che belli e davvero semplici da preparare (pochi ingredienti, poca fatica)!
Ingredienti:

  • una verza
  • due/tre patate  medio/piccole
  • mezza cipolla rossa
  • 50 gr. di funghetti lessati o sott’olio
  • sale
  • prezzemolo
  • olio

Cominciate lessando la verza e le patate (con la pentola a pressione accorcerete di molto i tempi – per la verza bastano meno di dieci minuti). Poi mettete da parte da verza e tagliate le patate a pezzettini piccoli; lo stesso farete con la cipolla. Saltate cipolla, patate e funghetti in una padella antiaderente con un filo d’olio per qualche minuto. Poi aggiungete un goccio d’acqua, prezzemolo e sale e mescolate bene continuando a cuocere per 5-10 minuti, eventualmente aumentando l’acqua. Nel frattempo, foderate l’interno di stampini per budini o cupcakes con le foglie di verza, riempite con il composto di patate e company e richiudete comprimendo leggermente. Cuocete a 160-180° per una quindicina di minuti, non troppo, tanto è tutto già cotto:  sformate su un piattino e voilà, un antipasto pronto!

Chiaramente, avanzerete sia parte del “ripieno” che parte della verza. Tagliate quest’ultima a striscioline e unitela a patate, cipolla e funghi avanzati… avrete già un contorno pronto per il giorno dopo, che basterà semplicemente scaldare. :smile:

Share Button

Lasagne di Natale

lasagne nat

Per la serie “Natale Veg” ecco qui uno di quei piatti che non possono mancare, le lasagne! (ovviamente, rivisitate!)
Ingredienti:

  • lasagne (pasta senza uova)
  • 4 cucchiai di olio e.v.o.
  • 4 cucchiai di farina
  • latte di soia (più o meno 500 ml)
  • un sacchettino di funghi secchi + un barattolino di funghi lessati (ho optato per questa scelta perchè così garantivo tipi diversi di funghi, ma voi potete scegliere quelli che preferite)
  • brodo vegetale
  • 4-5 patate medie
  • sale
  • pepe

Procedimento:
Cominciate lasciando i funghi secchi (se usate questi) in ammollo per diverse ore, cambiando l’acqua almeno un paio di volte.
Mettete le patate a lessare (consiglio pentola a pressione, 25 minuti da quando soffia – 5 bicchieri d’acqua) e cominciate a preparare la besciamella: mettete i 4 cucchiai d’olio in un pentolino e mescolate la farina. Poi accendete a fuoco molto basso sotto il composto e comiciate ad aggiungere il latte di soia: più o meno, ci vorranno 400 ml, ma vedrete benissimo voi qual è la consistenza che preferite. Mescolate per 5-10 minuti con le fruste lasciando sobbollire, attenti ai grumi!  Mettete tutti i funghi in una padella e lasciateli cuocere per 10-15 minuti con il brodo, stando attenti che non si asciughi mai fino alla fine del tempo. Scolateli e tritateli (non troppo fini); infine aggiungeteli alla besciamella e salate il tutto. Pelate le patate e tritate o schiacciatele grossolanamente mescolandole con un po’ di latte di soia, infine salate e pepate il composto. Potete anche fare una sorta di purè, in base a come preferite. Nel frattempo avrete messo l’acqua della pasta a bollire, cuocete le lasagne per circa 5 minuti e cominciate a comporre il pasticcio alternando uno strato di “crema” ai funghi, di patate e di pasta, finchè non arrivate alla fine della pirofila che utilizzate. Mettete tutto in forno a 180° per una mezzora.
Consiglio: spolverate con anacardi salati e tritati in superficie, è la consueta ma ottima alternativa al grana (ed è anche più salutare).

Share Button

POLPETTE di “VERDURINE”

qualche idea per il buffet veg, PARTE 2
Queste polpette sono state letteralmente divorate da un amico che odia le verdure. AHAH !

polpy
Ingredienti:

  • qualche patata lessa
  • una scatoletta di ceci (io ho comprato quelli già lessati)
  • un porro (togliamo la parte verde, quella più esterna e lessiamo anche questo)
  • sale
  • pepe
  • curcuma
  • pan grattato
  • farina gialla (sì, quella della polenta)
  • semi di sesamo, se vi piacciono

Una volta che abbiamo le verdure lessate passiamole tutte nel mixer insieme. ne risulterà una pappetta appiccicosa. aggiungiamo il sale e le spezie. la curcuma non è indispensabile per il gusto ma colora le polpette di giallo  Mettiamo del pan grattato finchè non si riescono a formare delle palline con le mani: resteranno sempre un pochino appiccicaticce, portate pazienza. Rotoliamo ogni pallina nella farina gialla mescolata ai semi si sesamo, viene una specie di impanatura  inforniamo una buona mezzora a 180°, o perlomeno finchè non sembrano belle dorate e croccanti fuori. Accompagnatele con qualche salsina ;) son buone anche fredde !

Share Button

LA MIA INSALATA

chiarasalad1

Ben trovati dopo le feste  sicuramente non potevo ripartire con qualcosa di super calorico! Ecco qui la mia versione di insalata. Anche voi rimanete tristemente delusi quando al bar qualche volta vi portano due foglie in croce (una verde, una di radicchio) due carote e un pomodoro? ogni volta penso che non abbiano mai assistito ad uno dei miei pasti ;-)
Ingredienti:

  • 1 piccolo radicchio tondo
  • qualche fettina di cipolla rossa
  • una manciata di frutta secca (noci, anacardi, arachidi, mandorle, nocciole pistacchi .. quel che c’è!)
  • 2 patate lesse
  • 1 manciata di piselli lessati
  • qualche pomodoro datterino
  • qualche funghetto lessato al naturale
  • zucchine*
  • [optional crostini di pane]
  • olio e.v.o.
  • salsa di soia
  • prezzemolo

Tagliate tutto e assemblate! ah che buona :-)
*sono stata volutamente vaga sulle zucchine perchè le potete aggiungere crude (a spagnetti o tritate) oppure cotte; io prediligo quelle della mia nonna: a piccoli cubetti, saltate in padella con aceto e messe in vasetto come conserva (con olio, capperi e prezzemolo)… sono ottime nell’insalata!

Share Button

FINTE BRUSCHETTE

finte bruschette

a chi piacciono le bruschette? :-)  non è più estate e serve qualcosa di caldo… perciò ecco a voi questa versione :-D
Ingredienti:

  • 2 pattate lesse medie
  • 2 zucchine lesse
  • Pan grattato
  • Sale
  • pepe
  • Pomodorini
  • semi di sesamo

Dopo aver lessato le verdure, schiacciamole in una terrina in modo da ridurle in poltiglia. Aggiungiamo sale e pepe e il pan grattato, finchè viene un impasto malleabile, come quello delle polpette. A questo punto basta fare dei “burger” spessi, adagiarli su una teglia unta con olio extra vergine, cercando di creare delle lievi depressioni in centro: ne risulteranno delle scodelline. Cospargiamo di semi di sesamo e informiamo una mezzoretta a 180° (forno caldo).
Quando vi sembrano più consistenti, estraetele dal forno e condite con i pomodorini a pezzetti. Sono decisamente facili direi! Buon appetito! :-D

Share Button