Archivi tag: panna veg

Come si fa il frosting sui cupcakes? :)

Cominciamo dall’inizio: cos’è il frosting? è quella bella cremina che decora i muffin :) dopo diverso tempo, ho trovato il modo di farne qualche variante che mi soddisfasse in chiave vegan. Li riunisco tutti in questo post (basterà scorrere la pagina per trovarli tutti) :D Sono facili e veloci da preparare, poi basta avere solo un po’ di fantasia per le decorazioni!

ps: se volete qualche idea per fare invece i muffin (cioè i dolcetti base), li potete trovare cliccando: qui per la versione al cioccolato, o qui per quelli speziati, o qui per la ricetta base :) (ma ce ne saranno altri in arrivo!)

spezie2

Le quantità -quando indicate- dovrebbero bastarvi per 3-4 muffin :)

FROSTING AL CIOCCOLATO FONDENTE

Ingredienti:

  • 70 gr di panna veg da montare
  • 50 gr di cioccolato fondente extra
  • 5 gr di zucchero a velo

cioccolato

Montate la panna e mettetela in frigo: vedrete che si monta in molto meno tempo di quella animale e che rimane montata senza bisogno di pannafix o simili. Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria o al microonde (occhio a non bruciarlo, fa un odore terribile!). Aspettate qualche secondo in modo che il cioccolato non sia proprio caldissimo e poi aggiungetelo alla panna mescolando velocemente prima che solidifichi. Completate con lo zucchero e, se volete eliminare il rischio che rimangano grumi, date una passata con le fruste elettriche  … (tanto le avrete già sporcate per montare la panna ;P ).

Io ho decorato con bacche di goji (che sono sane e fanno un bel gioco di colore), scaglie di cioccolato fondente, frutti di bosco …

FROSTING AL COCCO

Ingredienti:

  • 25 gr di olio di cocco
  • 25 gr di burro di soia/margarina
  • 20 gr di zucchero a velo
  • 15/20 gr di farina di cocco

cocco

L’olio di cocco (che trovate in qualsiasi negozio biologico di validissime marche, ma anche in qualche negozio etnico e reparto etnico nei supermercati) è un prodotto fantastico per le sue caratteristiche: se lo mettete in frigo si solidifica, come la cera! Se invece lo scaldate si scioglie, un po’ come fa il burro. Quindi è perfetto lavorarlo da semi-liquido per poi lasciarlo “fissare” al freddo. Cominciate proprio da quest’ultimo, lasciatelo sciogliere un pochino a temperatura ambiente e poi lavoratelo con il burro di soia aiutandovi con le fruste; quando avete ottenuto una crema omogenea, continuate a mescolare unendo lo zucchero e la farina di cocco; lasciate non più di un paio di minuti in frigo e poi ricoprite i cupcakes. Non aspettate! metteteli in frigo e tirateli fuori solo 10 minuti prima di mangiarli, in modo che il composto non si sciolga prima del tempo, ma non sia nemmeno troppo duro quando dovrete addentare :)

E’ senza dubbio il frosting più “ciccione”, ma dà dei buoni risultati :D La mia decorazione preferita è la semplice farina di cocco, che suggerisce subito a chi mangia quale sia il gusto … come dire: “Ti piace il cocco? eccomi qua!”

FROSTING SPEZIATO

Ingredienti:

  • panna veg da montare
  • un pizzico di cannella
  • un pizzico di vaniglia in polvere
  • qualche cucchiaino di curcuma

spezie

In questo caso le dosi vanno un po’ a piacere di chi poi mangia il risultato: io abbondo con la curcuma perché quella che ho (acquistata in Marocco) ha un sapore molto discreto, si fa sentire senza nauseare … ma soprattutto dà quel bel colore giallino :) Nelle foto forse non si vede molto ma si distingue dal frosting al cocco, che è di un bianco candido :)

Qui le idee per le decorazioni si sprecano, dal cioccolato fondente a qualche frutto candito, ….

Share Button

TIRAMISU’ Veg

Questa è la mia personale versione del tiramisù  :cool:

tiramisu

  • per la cremina: ho sciolto in padella un cucchiaino di margarina (o burro di soia) a fuoco bassissimo! ci ho unito 2 cucchiai di farina 0, e poi 250 ml di latte di soia (ma va bene anche quello di riso) finchè non si è amalgamato bene tutto senza grumi, con un frusta la cosa dovrebbe essere rapida. ho aromatizzato alla vaniglia (con il ripieno di un bacello, non intero perchè non la volevo troppo forte) e poi ho aggiunto 2 cucchiai di zucchero di canna e 2 di cacao amaro. A questo punto regolate il latte in modo che venga una bella crema densa.
  • ho montato della panna di riso (si ordina su internet, ma forse qualche negozio bio la ha) con un paio di cucchiai di zucchero a velo.

Ho assemblato il tutto creando degli strati nei bicchieri con i miei biscotti, bagnati di caffè  :lol:
SLURP! ok, non sarà uguale al tiramisù classico ma sapete qual è il bello? calorie moooolto limitate per questo dolcetto rispetto all’originale :wink:  [l’ha mangiato di buon gusto anche la mia nonna che ha 80 anni. nella versione take away da me creata riutilizzando un vasetto dello yogurt di soia] :D

tirami3

Per assemblare il tiramisù, anziché farsi i classici biscotti (tra parentesi, di vegan ce ne sono in commercio finchè si vuole, es: i digestive), ci si può anche preparare un pan di spagna basso con:  :lol:

  • farina
  • un cucchiaino di bicarbonato o lievito
  • zucchero
  • olio di semi
  • latte di soia

volendo anche semi di lino tritati e mescolati a un po’ d’acqua).

Tagliamolo a pezzettini ed è fatta, assorbe anche bene il caffè!

 

Share Button

BACETTO NATALIZIO

Continuiamo con le idee per il menu delle feste! Per chi non volesse la solita torta a Natale, ecco qui una versione più “ristretta” e -almeno in apparenza- leggera!

bacetto natalizio

Ingredienti:

  • una confezione di panna di soia da montare (per dolci)
  • 50 gr. di cioccolato fondente
  • un pugno di arachidi sgusciate
  • 3 cucchiai di yogurt di soia bianco
  • un goccio di latte di soia
  • biscotti secchi digestive
  • 3 cucchiai di zucchero

Tritate le arachidi: siate pazienti, deve uscire il loro olio, perciò via col tritatutto! Nel frattempo sciogliete la cioccolata fondente in un goccio di latte di soia e unite zucchero e yogurt. Aggiungete le arachidi tritate al composto. A questo punto, montate la panna; se è già dolce non serve aggiungere zucchero. Potete però arricchirla con pezzettini di cioccolato in scaglie, tipo stracciatella :-D Prendete i bicchieri (nel mio caso anche vasetti, ho fatto la versione “asporto” :-D ) e sbriciolate grossolanamente uno/due digestive sul fondo, aggiungete la cremina di cioccolato e infine la panna creando tre strati. Buon dessert! :-D

Share Button

Il MIO DOLCE DI NATALE

Siete pronti per la versione Christmas esagerata della cheesecake? eccola qua, d’altra parte non poteva mancare, la adoro! :-D

vegan cheese

Ingredienti:

  • 40 gr. di nocciole
  • 160 gr. di digestive
  • 50 gr. di burro di soia (oppure metteteci l’olio di semi  )
  • 350 gr. di tofu (scegliete sempre marche dal sapore più neutro possibile, e se riuscite a metterne almeno metà di tofu “molliccio” ancora meglio; per capirci è quel tipo di tofu chiamato kinugoshi… comunque viene perfetta anche senza!)
  • 370 gr. d yogurt di soia alla vaniglia (o bianco + aroma vaniglia)
  • un goccio di latte di soia
  • 100 gr. di cioccolato alla gianduia senza latte (è chiaro che si può sostituire con cioccolato fondente+nocciole tritate+zucchero)
  • 150 gr. di panna di soia (io sojade)
  • 60 gr. di maizena
  • 5-6 cucchiai di zucchero
  • 20 gr. di sciroppo di agave (oppure altro zucchero)

Decorazione:

  • una confezione di panna per dolci da montare vegetale (io valsoia per questa volta)
  • castagne
  • cioccolatini fondenti o… spazio alla creatività :-)

Cominciate tritando nocciole e biscotti, aggiungete il burro di soia o l’olio di semi e schiacciate il composto in fondo ad una tortiera a cerniera (come sempre foderate il fondo di carta forno).
Lavate il tofu, tritatelo e aggiungete yogurt, panna, zucchero e agave. Sciogliete la barretta di cioccolato in un pentolino insieme al latte di soia mescolando energicamente in modo che non attacchi. Appena è sciolto, aggiungetelo al composto di tofu ecc. A questo punto, unite anche la maizena e assaggiate che-per i vostri gusti- sia sufficientemente dolce. Mettete il composto nella tortiera e cuocete 20 minuti a 180° (forno già caldo) e 25 minuti a 160°. Mi raccomando, non aprite il forno durante la cottura.
Una volta pronta e raffreddata la base, montate la panna (fredda, freddissima da frigo o freezer), se vi sentite diabetiche aggiungete pure dello zucchero, ma non servono altri additivi per mantenerla montata, perlomeno non con la valsoia. Infine decorate … io ci ho messo castagne lesse e piccoli biscottini a cuori ricoperti di cioccolato (sono di una marca trovata al NaturaSì, sia vegan che gluten free!).
Lasciatela in frigo finchè non la servite. Ah, non durerà molto fidatevi! :-D

Share Button

TOFU STRAPAZZATO alle VERDURE

Ecco qui un’ottima idea, da usare sia come “salsa” per accompagnare focacce, crostini e panini ai buffet, sia come secondo piatto insieme a qualche contorno.

Tofu strapazzato

Ingredienti per 2 persone:

  • Una confezione di tofu (mi raccomando, prendete pure quello solido, ma attenzione alla marca, in modo da non incorrere in saporacci che ricordano più la plastica che un alimento);
  • curcuma
  • curry (se lo avete, sia quello giallo classico che quello dolce indiano)
  • zucchine
  • peperoni (meglio se grigliati e sottolio)
  • sale/brodo vegetale
  • olio e.v.o. o semi
  • panna di soia (o panna vegetale)

Il tutto è veramente di una semplicità unica: lavate il tofu sotto l’acqua, cercate di strizzarlo per eliminarla e poi riducetelo a pezzettini molto piccoli sbriciolandolo.Nel frattempo, mettete un goccio di olio in una pentola antiaderente e fate saltare le zucchine a pezzetti (anche i peperoni se non sono grigliati). Occhio a non friggere, aggiungete il brodo vegetale e la curcuma.
Quando le zucchine saranno a metà cottura (se le tastiamo con la forchetta devono essere più morbide), aggiungiamo il tofu: attenzione, l’acqua non deve essere troppa, ma nemmeno asciugarsi mai completamente. Dopo 5 minuti, aggiungiamo curry e peperoni grigliati (se non erano già stati messi prima); facciamo girare il tutto e, solo dopo che si sarà ben amalgamato, mettiamo la panna di soia e aggiustiamo di sale, lasciando cuocere almeno 10 minuti senza mai far asciugare completamente. Dunque, avete fatto tutto bene se non si sentirà più il sapore del tofu nè quello della panna di soia e se il composto avrà assunto un bel colore giallo vivace. Caldo è ottimo, ma anche da freddo è assolutamente gustoso. Qualcuno hai miei buffet l’ha scambiato per uova strapazzate speziate ;-) ahahah! buon appetito a tutti!

Share Button

VELLUTATA PROFUMO D’INVERNO

Se dovete pensare ad un pranzo importante, come quello di natale, può essere una buona idea accostare una vellutata ad un primo più “sostanzioso” :-)  in questo modo non sarete già tutti sazi dopo un paio di portate! Questa è un’idea un pochino diversa, provatela!

vellutata inverno
Ingredienti:

  • Mezzo porro
  • 1 radicchio tondo
  • 200 gr. di lenticchie lessate
  •  4-5 cucchiai di panna di soia
  • 2 manciate di fave lessate (se avete difficoltà a trovarle, potete benissimo prendere quelle congelate, al naturale)
  • 2 cipolle rosse di tropea
  • brodo vegetale
  • prezzemolo (per decorare)
  • un goccio di olio e.v.o.

Tagliate radicchio porro e cipolla e immergeteli nel brodo in una pentola capiente. Cuocete un quarto d’ora, e poi aggiungete lenticchie e fave; continuate a cuocere per un’altro quarto d’ora. A questo punto, tritate il tutto con il passaverdure e completate con la panna di soia, l’olio e il prezzemolo. Buon appetito! 

Share Button