Archivi tag: nocciole

Cheesecake bigusto al cioccolato e yogurt

"Immortale è chi accetta l'istante". Cesare Pavese

La cheesecake -soprattutto quella vegan- è certamente più laboriosa e costosa rispetto ad altre torte. Oltre a richiedere particolare cura negli ingredienti, prevede anche una certa attenzione nella “posa” degli strati e nella decorazione.

Ecco perchè mi piace l’idea di crearne nuove versioni sempre più specifiche e elaborate. Questa, in particolare, riprende la frutta secca in tutti i suoi strati (nocciole nella base e nel primo strato, mandorle nell’ultimo) e cerca di mantenere una nota di freschezza con lo yogurt e la frutta fresca decorativa. Bene, dopo tutta questa pappardella, ne approfitto del mio compleanno tra pochi giorni  per pubblicarla e vado a spiegarvi come l’ho preparata :)

chessecake bigusto2

Premetto che le dosi sono per una tortiera di medie dimensioni (21 cm di diametro o poco più); questo perchè preparo più spesso le torte per la famiglia o per un ristretto gruppo e quindi preferisco limitare gli ingredienti … e gli sprechi!

Ingredienti:

per la base

  • 110 gr di biscotti secchi senza derivati animali, ormai se ne trovano ovunque di qualsiasi marca
  • 25 gr di nocciole
  • 40 gr di burro vegetale (o olio di semi, ma se fate questa scelta, aggiungetene poco alla volta e verificate la consistenza)

per lo strato al gianduia

  • 50 gr di cioccolato al gianduia senza latte (oppure di cioccolato fondente e nocciole)
  • 100 gr di panna vegetale, da montare per dolci
  • 55 gr di sciroppo d’agave
  • 180 gr di yogurt bianco di soia senza zucchero
  • 200 gr di tofu vellutato
  • 35 gr di maizena

per lo strato allo yogurt

  • 150 gr di yogurt di soia alle mandorle (io ne ho usato uno senza zucchero e con un ottimo gusto amaro alla mandorla; in alternativa potete usare uno yogurt bianco non zuccherato e aggiungervi delle mandorle tritate molto finemente)
  • 50 gr di sciroppo d’agave
  • 50 gr di panna di soia da montare per dolci
  • 15 gr di zucchero

Cominciate preparando la base: tritate nocciole e biscotti molto finemente, aggiungete il burro e amalgamate bene. Schiacciate il composto sulla base di una tortiera a cerniera, il cui fondo sarà stato coperto di carta forno. Se i posso dare un consiglio, cominciate con un cucchiaio, ma completate con le mani, che funzionano molto meglio per questo compito! A questo punto, livellate bene lo strato in modo che sia uniforme e mettete in freezer.

Passate al primo strato, tritando finemente il cioccolato al gianduia (o quello fondente più nocciole) e unitelo agli altri ingredienti, cioè panna, sciroppo d’agave, yogurt, tofu e maizena. Aiutatevi con un mixer in modo che sia uniforme e versatelo nella tortiera livellando bene. Mettete in frigo.

Per l’ultimo strato, stesso procedimento: amalgamate bene tutti gli ingredienti (yogurt, sciroppo, panna e zucchero) e versatelo nell tortiera livellando.

Accendete il forno a 180° e, quando ha raggiunto la temperatura, infornate per 20 minuti e poi per altri 20 abbassando a 160°.

Ho decorato con frutta di stagione (ribes rosso e bianco appena colto, pesche e fragoline) e con qualche foglia di menta e fiore del giardino. Come vedete qui sotto, si possono fare anche delle mini porzioni con l’aiuto di alcuni coppa pasta.

Buoni esperimenti in cucina! :)

Cheesecake mini

 

Share Button

CROCCANTE al CIOCCOLATO BIANCO (di soia)

"Quando ci si smarrisce, i progetti lasciano il posto alle sorprese, ed è allora, ma solamente allora, che il viaggio comincia". N. Bouvier

Se c’è una cosa che forse rimpiango (correggo, rimpiangevo) dopo essere diventata vegana era il cioccolato bianco. Nonostante io sia per il salato, tra le cose dolci era in assoluto uno degli ingredienti favoriti.

Poi lo vedi lì, sullo scaffale del supermercato, bello pronto, alla soia … come si fa a non provarlo?

Quindi eccomi qui con questa nuova ricetta, super facile, ispirata a mille altre con partenza simile. Nulla di nuovo, ma risultato inaspettato!

Ingredienti:

  • 35 gr. di mandorle spellate
  • 20 gr. di nocciole
  • 120 gr. di biscotti secchi vegan (vanno benissimo quelli tipo grancereale, oppure i digestive, purché non siano troppo dolci)
  • 40 gr. + 10 gr. di olio di semi di girasole
  • 10 gr. di latte vegetale (meglio se non zuccherato)
  • 100 gr. di cioccolato bianco di soia
  • opzionale: vaniglia/cannella in polvere

Spezzettate le mandorle e le nocciole in modo irregolare e lo stesso fate con i biscotti sbriciolandoli. Aggiungete l’eventuale vaniglia o cannella e poi amalgamate velocemente i 40 gr. di olio. Sciogliete il cioccolato bianco a bagni maria aiutandovi con i 10 gr. di olio di semi; questi vanno aggiunti solo quando il cioccolato e a buon punto con lo scioglimento, mescolando velocemente. Appena il cioccolato risulta liscio, va aggiunto al composto di frutta secca e biscotti e amalgamato con rapidità. Subito dopo va aggiunto il latte.

Prendete della carta forno e depositate al suo interno il risultato, dando una forma che faciliti il raffreddamento (per esempio, una mattonella allungata). Lasciate in frigo per almeno un oretta e poi tagliatelo irregolarmente.

La sua incredibile dolcezza lo rende perfetto per accompagnare un caffè con le amiche o per una bella merenda.

croccante

Share Button

VEG FORMAGGIO SAPORITO

Come anticipato qualche tempo fa, ho cominciato ad appassionarmi ai “finti formaggi”. Da buona fan del salato, ne sono diventata rapidamente dipendente… un po’ sul pane, un po’ nella pasta, un po’ sul cucchiaino  :fat:

Questa è una delle ricette più apprezzate, nei prossimi tempi vedrò di condividerne qualche altra di meritevole; unica raccomandazione, è una preparazione per chi ama i sapori decisi ! :lol:

 formaggio saporito 2

Ingredienti:

  • 55 gr tra mandorle pelate e nocciole
  • 60 gr di noci brasiliane
  • 15 gr di scalogno
  • 20 gr di cipolla bianca
  • 50 gr di latte vegetale non zuccherato
  • 250 gr di yogurt bianco di soia non zuccherato
  • 15 gr di maizena
  • olio e.v.o.   q.b.

Cominciate col tritare lo scalogno, la cipolla e la frutta secca (io con il mixer mi trovo meglio cominciando con quest’ultima), il più finemente possibile.

In un pentolino, sciogliete la maizena nel latte a freddo con l’aiuto di una frusta (sì, dai quella da cucina, mi raccomando!  (666)  ) . Accendete il fuoco sotto il pentolino mantenendolo però molto basso e, rapidamente, aggiungete lo yogurt, un goccino d’olio e il trito che avete preparato, mescolando inizialmente con la frusta e poi continuando con un cucchiaio.

Il composto ha la tendenza ad attaccarsi, perciò dovete essere continuamente lì imperterrite a mescolare, finché non raggiunge una consistenza moooolto densa (più di un budino per capirci): qualche minuto di cottura dovrebbe bastare.

Prendete, a questo punto, un contenitore, ungetelo leggermente con olio e.v.o. all’interno e versate il composto.

Una volta raggiunta la temperatura ambiente, potete riporlo in frigo qualche ora e sformarlo su un piattino quando sarete pronti a gustarlo (come vedete nelle foto) decorandolo con semini, prezzemolo o quello che vi ispira maggiormente  :smile:

Share Button

PASTICCINI veg

Quando un dolce veg piace tanto quanto (o più) del suo corrispondente tradizionale, è una doppia vittoria. Quando però una cosa nasce da sé è ancora meglio! Questi pasticcini li ho creati pensando ad un’amica che ho conosciuto proprio quando ho cambiato tipo di alimentazione … della serie: “se tu fossi un dolcetto saresti così!” :D e quindi, eccoli qua! Sono partita dalla semplice idea di creare un pasticcino, anziché trasformare qualcosa di già esistente. A voi i giudizi.

Biscuits2

Ingredienti:

  • 130 gr di farina integrale
  • 20 gr di farina 0
  • 60 gr di mandorle tritate finemente
  • 65 gr di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino raso di lievito
  • 1 pizzico di vaniglia
  • 75 gr di acqua
  • 55 gr di olio e.v.o.
  • 35 gr di sciroppo di riso (è simile al miele e si trova per esempio nei negozi bio)

Mescolate tra loro tutti gli ingredienti secchi in una terrina, poi unite quelli liquidi e per ultimo lo sciroppo di riso. Usate per tutto il tempo un cucchiaio perché l’impasto è e rimane appiccicoso. A questo punto, avrete ottenuto un impasto omogeneo “a palla”: mettetelo in frigo almeno mezzora. Trascorso questo periodo, infarinatevi un po’ le mani e cominciate a stendere l’impasto su un foglio di carta forno; aiutatevi usando un secondo foglio di carta forno tra l’impasto e il mattarello. Con un coppapasta, create dei cerchi  e altrettanti cerchi con un foro in centro: cercate di stenderli sottili, aiutandovi con un po’ di farina se necessario. e’ comunque normale che l’impasto sia “fragile”, un po’ appiccicaticcio e che si rompa facilmente.

Cuocete il tutto a 180°-200° per almeno 15 minuti, o finché non saranno belli colorati :)

Poi assemblateli mettendo un bel cucchiaio di crema sopra un cerchio e completando il tutto con una ciambella.

per la crema ho semplicemente mescolato:

  • cioccolato gianduia senza latte (ma va bene anche cioccolato fondente con nocciole tritate e zucchero)
  • panna da montare, montata :D veg

Ho ricoperto alcuni biscotti con cioccolato fondente, altri con marmellata e farina di cocco.

 biscuits1

 

 

Share Button

TORTA MORBIDISSIMA al LIMONE con crema di nocciola (base senza uova e latticini ma anche senza margarina e latte veg :D )

Dopo questo titolo lunghissimo cos’altro aggiungere? ahah! penso che questa sia la torta veg che più mi ha soddisfatta: è soffice, servono pochi ingredienti  per la base (molto semplici) e il gusto non è il solito scontato cioccolato -che piace comunque sempre e vince anche facile ;) -.

L’accostamento nocciole – limone, lo so, non va proprio a genio a tutti e non è così automatico. Però io l’ho adorato e ho pensato che, in ogni caso, la base della torta è facilmente adattabile ad altre rivisitazioni. Cominciamo?  :smile:

torta al limone 1

Ingredienti per la base (io ho utilizzato una tortiera piccola, 17 cm di diametro… viene una tortina! perciò aumentate le dosi se la fate più grande, basterà raddoppiare o fare due strati separatamente):

  • 170 gr di farina 00
  • 100 gr di zucchero
  • 40 gr di succo di limone
  • 120 gr di acqua
  • 40 gr di olio di semi
  • 5 gr di aceto di mele
  • un pizzico di vaniglia in polvere
  • mezza bustina di lievito per dolci scarsa / bicarbonato
  • optional: buccia di limone grattuggiata

Cominciate unendo gli ingredienti secchi, tutti tranne il lievito. Setacciate la farina e poi cominciate ad incorporare quelli liquidi: prima acqua e succo di limone, poi l’olio, infine l’aceto. Solo quando sarete certi di aver mescolato tutto bene, aggiungete l’agente lievitante uniformando il composto.

A questo punto avrete già foderato la tortiera (meglio se a cerniera) con la carta forno o con il vostro metodo per evitare che attacchi: versateci l’impasto e infornate rapidamente.

Mettete nel forno caldo a 180°: in 25 minuti dovrebbe essere cotta, ma fate sempre la prova dello stuzzicadenti per accertarvene :D

Passiamo alla crema?

torta al limone 2

Per la crema vi servono:

  • 70 gr di latte vegetale (io ho usato quello di soia)
  • 10 gr di cacao amaro
  • 80 gr di nocciole già tostate (fatelo voi, in forno)
  • 50 gr di zucchero, aumentabili se vi sembra troppo poco
  • panna di soia da montare

Tritate le nocciole finissime nel tritatutto, fino a quando non comincerà ad uscire il loro olio; poi aggiungete il cacao e lo zucchero e mescolate bene; infine procedete con il latte e assaggiate. Per questa crema può essere molto utile utilizzare un mixer, risparmierà molto tempo!

Poi montate la panna e aggiungetela alla crema già pronta.

A questo punto, io ho mantenuto una crema alla nocciola con meno panna per farcire l’interno della torta e ho invece mantenuto la crema più “pannosa” all’estero, in modo che fosse anche più facile stenderla.

Vi è venuta un po’ di fame?  :smile:  Non resta che provarla! La base è fantastica anche da sola o ricoperta di cioccolato fondente :P

Share Button