Archivi tag: formaggio veg

Rapido formaggio di Lupini

"Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta". L. Pasteur

Perché i lupini? Viene da chiederselo, visto che non si trovano in tutti i supermercati. Vi espongo le mie ragioni:

  1.  sono economici; con pochi euro comprate una confezione di buona qualità e ci fate due o tre formaggini come questo.
  2. 36,71 g di proteine per 100 gr. Cioè: una bistecca ne fa circa 26. Non dico altro.
  3. zero zuccheri
  4. zero colesterolo (aiutano ad abbassare quello cattivo e sono un alleato contro l’ipertensione)
  5. aiutano la digestione e la metabolizzazione dei grassi
  6. sono ricchi di vitamine, omega 3 e 6(Fonte: http://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/lupini-proprieta/)
  7. si trovano in modo abbastanza facile (contro quello che si crede). Ormai quasi tutti i supermercati che non siano il pane-latte di paese li hanno, vicino alle verdure o alla frutta secca.

Come ormai ben sapete, prediligo le ricette che garantiscano un rapido risultato massimizzando il gusto. Ci ho messo un po’ prima di capire che questo formaggio vegetale raggiungeva la sua versione migliore limitando gli ingredienti. E quindi, dopo numerosi tentativi e dopo aver “studiato” le ricette che già erano online, ecco qui la mia versione.

2222

Ingredienti (per un formaggino fatto con un coppapasta di medie dimensioni, circa 10 cm di diametro):

  • 150 gr di lupini
  • sale (poco pochissimo)
  • 10 gr di olio e.v.o.
  • 40 gr. di acqua
  • un paio di rametti di prezzemolo fresco

Cominciate tritando il prezzemolo. Poi, mettete i lupini (a cui avrete tolto la buccia – sì, è un po’ seccante, ma dopo questo è tutto in discesa) in un mixer e tritate finché non sono ridotti ai minimi livelli. Poi aggiungete olio, acqua e sale. Ribadisco: poco sale, i lupini ne hanno già di loro perché sono in salamoia. Continuate a tritare per un pochino.

Una volta che il composto è omogeneo, mettete il coppapasta sopra un foglio di carta forno in una teglia (se non avete un coppapasta usate pure una formina dei muffin, anche se poi risulta più ardua estrarlo). Ungete di olio il coppapasta internamente (o la formina). Inserite il composto e cuocete in forno a 150° per circa 15 minuti. Questa parte serve principalmente a levare l’acqua di troppo.

Estraete e sformate su un piatto decorando con prezzemolo fresco e paprika. Semplice ma lo adoro:)

11111

Share Button

Crema raw spalmabile di anacardi e germogli

"Ognuno è un genio, ma se si giudica un pesce dall'abilità di arrampicarsi sugli alberi lui passerà la vita credendosi stupido". A. Einstein

Qualcuno di voi ha provato a coltivare i germogli? a Natale mi è stato regalato un germogliatore (che altro non è che una sorta di griglia in cui mettere i semi e dell’acqua che va cambiata/aggiunta un paio di volte al giorno), ma si può usare anche del materiale che si ha normalmente in casa per far germogliare i semi, come un piatto ;)

A questo link ad esempio, trovate degli utili consigli: http://www.greenme.it/abitare/orto-e-giardino/9734-germogli-fai-da-te-germogliatore

Oltre ad essere facili da coltivare, i germogli sono molto ricchi di vitamine e sali minerali!

… e se ci sono riuscita io che ho una sorta di pollice nero, ce la potete fare anche voi!

Preparare questa crema o formaggino raw spalmabile è facilissimo! Ed è anche un modo diverso per utilizzare i germogli :)

 

Questo non è uno dei formaggi vegan particolarmente simili a quelli animali, ma ci sono così tante alternative valide da provare! Vediamo come si fa …

Ingredienti:

  • anacardi
  • germogli di alfa alfa (io ho coltivato questi, ma potete provare anche con quelli di un altro tipo)
  • sale
  • acqua

Lasciate gli anacardi – mi raccomando, non tostati ma al naturale- in ammollo per una notte, poi tritateli il più finemente possibile. Aggiungete i germogli, il sale e un goccino d’acqua, poi continuate a tritare. L’acqua va aggiunta poco a poco in modo da ottenere qualcosa di più simile possibile ad una crema, senza che diventi eccessivamente liquido.

Le dosi sono a piacere data la semplicità estrema della ricetta, ma consiglio di mettere almeno il triplo in peso degli anacardi rispetto ai germogli.

 

formaggio germogli

E visto visto che sono sempre alla ricerca di nuove idee per prepararmi insalate gustose … perché non utilizzare i germogli? in questa che vedete sotto, ci sono zucchine crude, rucola, semi di sesamo, germogli di alfa alfa, mandorle, olio, sale, succo di limone e un pizzico di paprika :)

insalata germogli

Share Button

Focaccia di Recco in Versione Vegan

"La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella".
(Anthelme Brillat-Savarin)

Eccola qui, una delle mie ricette preferite del tempo in cui ancora mangiavo i prodotti con il latte: la focaccia di Recco. Per chi non l’avesse mai assaggiata, si tratta di due strati finissimi di pasta croccante senza lievito -e quindi senza lievitazione-, che racchiudono formaggio cremoso. Quest’ultimo, nella ricetta originale, è appunto quello di Recco, per i comuni mortali diventa la crescenza.

Ecco che si pone il problema della veganizzazione: vuoi che una cosa così buona non si possa trasformare? Vale almeno la pena di un tentativo! L’impasto base è già vegan di suo, perciò il problema è il formaggio: ho raggiunto un compromesso secondo me sufficientemente gustoso utilizzando metà formaggino spalmabile auto-prodotto e metà stracchino di riso comprato.

Fondamentale risulta seguire il più possibile la ricetta originale, seguendo le indicazioni di chi detiene “l’originale” :smile:   anziché seguire le rivisitazioni che si trovano spesso on-line. Per esempio, appunto, niente lievito, possibilmente farina Manitoba o 00 forte, olio extra vergine di oliva di ottima qualità e via dicendo. Ho riportato proprio per questo motivo alcune pagine che riportano le indicazioni di base. Ah, e ricordate: questo è il tipico esempio di ricetta “facile sulla carta”: pochi ingredienti, niente lievitazione. poco tempo. Però, se non vi piace impastare e non siete sufficientemente nervosi/irritati da schiacciare quella pasta per il giusto tempo, il risultato non raggiungerà il top  :smile: .

Recco2

Ingredienti (per una teglia/leccarda/come chiamate quella bassa giusta per il forno, dimensioni standard):

  • 250 gr di farina Manitoba o 00 forte; se non avete altro ok anche alla 00 standard
  • 30 gr di olio e.v.o.
  • 125 gr di acqua
  • 4 gr circa di sale fino
  • (ulteriore olio per la cottura)
  • una confezione di formaggio tipo stracchino vegetale (io ho scelto Strachicco)
  • l’occorrente per il formaggino vegetale spalmabile fatto in casa, cioè un vasetto di yogurt di soia senza zucchero  da 250 gr, qualche cucchiaio di succo di limone, qualche cucchiaino di lievito in scaglie, sale.

Dopo aver preparato il formaggino (basta mescolare gli ingredienti e lasciarlo colare in frigo, con l’aiuto uno straccio bianco pulito e un colino, per almeno 4-5 ore, prepariamo l’impasto.

Unite tutti gli ingredienti e manipolateli finché non si ottiene un risultato omogeneo. Lasciamo riposare mezzora. Passato questo tempo, dividetelo più o meno a metà e stendete due dischi di pasta finissimi, in modo da occupare la teglia da forno.

Ungete d’olio la carta forno sulla teglia e poneteci il primo disco; ricopritelo con il formaggio autoprodotto (che va spalmato uniformemente, lasciando uno spazio solo ai bordi) e con quello acquistato a pezzettini qua e là.

Accendete il forno a 250°. Coprite con il secondo dito e sigillate bene i bordi dei due dischi in modo che il formaggio non esca. A questo punto, ungete bene la parte superiore e spezzate la pasta in diversi punti: ATTENZIONE! se non lo fate, l’impasto in forno si gonfia e non è proprio il caso di creare palloncini esplosivi al formaggio.

Infornate a temperatura raggiunta (io uso la parte alta del forno) per 15 minuti circa. Poi divoratela calda, è ottima!

ehm, esperimento riuscito! :D

Fonti:

  • http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/28/tutta-verita-sulla-focaccia-di-recco/545079/
  • http://www.focacciadirecco.it/index.php/la-focaccia/metodo-di-produzione.html

recco3

Share Button

Formaggio facile di cannellini

Scrivo velocissima questa ricetta che questa sera mi son pappata in un batter d’occhio!

tortel1

Ingredienti:

  • 10 gr di pinoli
  • 30 gr di mandorle
  • uno spicchio d’aglio
  • sale
  • 200 gr di cannellini lessati
  • succo di limone (un cucchiaino abbondante)
  • 1 cucchiaino di aceto di mele
  • 1 cucchiaino di senape
  • olio e.v.o.
  • acqua
  • un cucchiaino di agar agar

Allora: si comincia polverizzando con un mixer pinoli, mandorle (se prendete quelle con la pellicina danno anche un po’ di colore), aglio e sale. Aggiungete poi i cannellini, il limone, l’aceto e la senape. Intanto mettete sul fuoco 80 gr d’acqua e, quando cominciano ad esserci le prime bolle, unite l’agar agar mescolando velocemente per circa mezzo minuto. Intanto l’acqua avrà cominciato a bollire: spegnete e mescolate al composto di cannellini e company.

A questo punto, prendete un bel vasetto/contenitore di plastica dalla forma regolare in modo che poi il formaggino possa scivolare fuori agilmente :D Ungetelo con un po’ di olio e.v.o. e versateci il composto (ok, non fate come me che ne ho mangiato la metà già a quel punto). Mettete tutto in frigo e -dopo almeno mezzoretta – potete capovolgerlo su un piattino (per farlo uscire potete aiutarvi separando i bordi con uno stuzzicadenti).

Non viene duro, direi che la consistenza potrebbe essere simile a quella di una ricotta (sarò ancora affidabile con questi paragoni con latticini? :D ). magari non sa neanche tanto di formaggio ma poco importa, a me è piaciuto da matti <3 [è finito dritto su un tortel di patate :smile: ]

tortel2

Share Button

FORMAGGINO VEG SPALMABILE

Sto sviluppando una seria e pericolosa dipendenza per il FORMAGGIO VEG spalmabile. la cosa è strana… qualcuno mi chiede se assomiglia al vero e proprio formaggio ma onestamente non lo so. So solo che ne mangerei un quintale. E la cosa incredibile è che… è davvero semplice da fare! :-D l’unica fatica è trovare in un supermercato il lievito in scaglie (io l’ho trovato al natura sì, marca Ki, 150 gr, costa pure poco). E vi durerà per svariate, innumerevoli volte.

veg formai

Cosa vi serve?

  • 500 gr di yogurt di soia bianco non zuccherato
  • 2-3 cucchiai di lievito in scaglie
  • 2 cucchiai di succo di limone (o aceto di mele, dicono!)
  • sale (dipende dai gusti quanto, io qualche pizzico)
  • tutto quello che vi piace per aromatizzarlo: origano, pepe, prezzemolo, peperoncino, curry…. (io questa volta origano+erba cipollina+pepe nero)

Perfetto. mescolate tutto, foderate un colino ampio con un panno pulito metteteci dentro il formaggino, sotto mettete una terrina/ciotola per l’acqua che colerà fuori e ficcate tutto in frigo. Quanto? 1 giorno appena per farlo moooolto morbido, due o tre se lo volete più consistente. costa poco, aromatizzato secondo i propri gusti è una bomba.
ps: per chi fosse pigro, nei negozi bio ma non solo, c’è la spalmarisella, un formaggio veg che è super buono e costa come uno stracchino.
ps2: non fatevi mai frenare. è vero che molte cose si trovan in negozi appositi, ma anche il supermercato più marcio ha cose veg. Ieri ho fatto una festina e ho comprato tutto all’Eurospin (sì non ho cucinato niente io, vergogna!). Cosa? patatine, popcorn di duemila tipi (occhio che non ci sia olio di palma), olive, salsa messicana,sfogliatine, biscotti ecc e Sì ERA TUTTO VEG :-D

formaveg

Share Button