MINI BURGER DI LENTICCHIE

burger

Ingredienti:

  • una scatola (250gr) di lenticchie lessate, private dell’acqua
  • uno scalogno e una carota (tritati)
  • prezzemolo
  • sale
  • pepe
  • 60 gr di pan grattato

E’ molto semplice:  basta mettere nel tritatutto carota, scalogno e lenticchie e lasciar andare… quando è diventato poltiglia, unite il resto. Dovreste essere in grado di manipolare l’impasto (in caso contrario, aggiungete pan grattato se è troppo liquido, latte di soia/tahin se è secco). Formate dei dischi e mettete in frigo.. dopo un’oretta disponeteli su una carta forno leggermente unta d’olio e passate in forno caldo a 220° dieci minuti da una parte e dieci minuti dopo averli girati sull’altro lato. Io li ho accompagnati con una crema fatta con funghi secchi lasciati in ammollo e poi cotti e tritati, verdure cotte varie, sale (con un po’ di fantasia s può fare tutto!) :D

Share Button

VOGLIA DI QUALCOSA DI BUONO … TARALLI!

TARALLI

Potrei fare un mutuo nel comprare i taralli. Quelli delle macchinette con merendine ecc poi arrivano a prezzi indecenti, 50 cent per qualche tarallo! Risolvo subito la faccenda preparandomi la scorta 

Ingredienti:

  • 500 gr. di farina 00
  • 10 gr. di sale
  • 130 gr. di olio
  • 200 ml di vino bianco secco
  • optional, pepe

Cominciate mescolando gli ingredienti secchi e unendovi l’olio; date una bella mescolata e poi cominciate con il vino. Vi risulterà rapidamente una bella palla che dovrete continuare ad impastare sul tavolo per 15-20 minuti. La consistenza è molto elastica non dovreste fare fatica! Certamente alla fine dovrebbe essere giallina in modo uniforme, senza chiazze più chiare. A questo punto, avvolgete la palla con la pellicola e piazzatela in frigo per mezzoretta. Trascorso questo intervallo, dividete la pasta in pezzettini di massimo 10 grammi l’uno, cercando di rimanere costanti con il peso; infine date loro la tipica forma dei taralli (allungate la pasta e chiudetela a goccia) Poi, preparate una pentola con acqua bollente in cui butterete 10-12 taralli alla volta, ripescandoli con una schiumarola non appena vengono a galla (come si fa con gli gnocchi!). Man mano che li togliete dall’acqua, potete metterli ad asciugare su un panno disteso. Subito dopo quest’operazione, accendete il forno a 200° e trasferite i tarallini su una piastra coperta di carta forno. Raggiunta la temperatura, inserite in forno per mezzora, controllando quando i taralli diventano belli dorati, solo a quel punto sono pronti! Ecco … fateli quando non c’è tutta la famiglia davanti ad un film, altrimenti, garantisco io, finiranno molto presto

Share Button

Pennette al ragù di seitan

pennette seitan

Pare che ormai questo sia un piatto di rito nella tradizione veg ;) quindi non potevo esimermi dall’aggiungerlo: con pochi ingredienti, si riesce infatti a preparare un ottimo primo in poco tempo, in grado di convincere anche i più scettici!

Ingredienti (per preparare un sugo per circa 3-4 persone):

  • metà di una grossa cipolla
  • metà di una grossa carota
  • 300 gr di passata di pomodoro
  • 125-150 gr di seitan alla piastra (il mio aveva anche le verdure; il fatto che sia alla piastra rende il tutto più saporito ma non è indispensabile… va bene anche quello al naturale che si trova ormai in molti supermercati)
  • olio e.v.o.
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo

Cominciate mettendo a soffriggere cipolla e carota tritate in un goccio d’olio; non aspettate troppo e aggiungete anche il seitan tritato. Lasciate che si insaporisca e poi unite anche la passata e il prezzemolo. Io lo lascio cuocere un quarto d’ora-venti minuti prima di salare e pepare un pochino, facendo attenzione che non asciughi mai troppo … il tempo di portare a bollore l’acqua della pasta e far cuocere le pennette (che richiedono di solito 15 munuti). Per completare, scolate la pasta e unitela al sugo. Voilà! Vi manca ancora la vecchia pasta al ragù? :D

Share Button

Paté di Piselli

patè

Vi presento la tipica cosa del “maria che schifo” .. 3 secondi ed è finita. Almeno da me è successo così… Indecisa su cosa mettere vicino ad una focaccia fatta di corsa, non avendo nulla in casa, ne è uscito questo PATE’ ai PISELLI.

Gli ingredienti sono:

  • piselli (una scatoletta di quelli già lessati)
  • pomodori secchi (quasi un’intero vasetto di quelli sott’olio della coop
  • sale (a vostro gusto)
  • 4 cucchiai di tahin (che volete farci, a me piace troppo)
  • latte di soia
  • paprika (io ne ho messa poca).

Semplicemente, si trita tutto, aggiungendo alla fine il latte di soia (per fare venire il tutto più cremoso). Anzichè aggiungere olio, ho scolato poco quello dei pomodori secchi, ma occhio a non esagerare  io ho lasciato alcuni pezzettini di pomodori secchi più grandi, slurp! i piselli tendono a rimanere il gusto predominante, perciò se quelli non vi piacciono evitate. Sono d’accordo, il colore fa veramente schifo… però che buono con il pane o i crostini! 

Share Button

Farifrittata Patate&Spinaci

sarebbe bello dare un giudizio competente in merito, se qualcuno non ne avesse mangiati i tre quarti  evidentemente comunque a qualcuno piace

  • un goccio d’acqua
  • un po’di latte di soia

A partire da questi, aggiungiamo:

  • qualche cucchiaio di farina di farro

Dovete ottenere una pastella densa, ma ancora liquida più tipo crepes che tipo torta; aggiungiamo quindi:

  • sale
  • origano
  • un cucchiaio di olio evo
  • 2 cucchiai di tahin
  • pezzi di patate già bollite e salate (io due piccole)
  • spinaci (dovevo finirli e ne ho messi a nastro, infatti è verdissima).faifrit1

Dopo aver fatto questo bel pastroccietto  mettiamo tutto in una padella leggermente oliata con uno scottex a fuoco molto basso, schiacciamo come fosse una frittata (verrà più grossa) e copriamo con un coperchio. Possiamo girarla (con l’aiuto di un piatto) e cuocerla dall’altra parte solo quando siamo sicuri che sotto sia cotta

Share Button

Focaccia Integrale

focaccia

Ingredienti:

  • farina integrale di grano tenero
  • 250 gr manitoba (o farina 00)
  • 100 gr farina al kamut
  • 20 gr lievito past madre (o una bustina di lievito secco per 500 gr di farina)
  • 60gr di olio e.v.o.
  • acqua
  • un cucchiaino di zucchero
  • latte di soia
  • sale

Non dovete fare altro che mescolare gli ingredienti secchi tra loro e poi aggiungere l’olio e acqua finchè non viene una palla leggermente appiccicosa ma ancora manipolabile. Dopodichè fate lievitare in un’ampia terrina coperta PIU’ di 2 ore (diciamo che due ore è il minimo), stendete in una teglia senza stropicciarla troppo. Cospargetela di un liquido che avrete creato mescolando mezzo bicchiere di latte di soia con un po’ d’olio e sale (tenetelo mescolato mentre lo mettete sulla focaccia, perchè l’olio ovviamente se no si separa). Poi lasciate riposare ancora un 30 minuti e infine infilate in forno statico -pre riscaldato- una mezzoretta a 200° (ma dipende molto dal vostro forno, quindi assaggiate per vedere se è cotta!). NB: nel caso in cui usiate il lievito secco, va unito insieme ai liquidi e disciolto in un po’ di acqua tiepida .

Share Button

Un Sughetto Quasi al Volo

sughetto al volo2

Ingredienti: 

  • 4 zucchine
  • uno scalogno
  • erbette (prezzemolo, origano, quel che vi piace)
  • dado vegetale
  • pepe, noci (15)
  • olio e.v.o.
  • semi di lino

Si comincia mettendo lo scalogno (che secondo me è un po’ meno forte della cipolla) tritato a scaldare in una padella con un pochino di olio. Senza far friggere, aggiungiamo le zucchine a pezzettini (più sono piccoli, più cuociono velocemente) le erbette varie e le noci (un poche a pezzi, un poche tritate). Possiamo quindi aggiungere del brodo (fatto con il dado vegetale e l’acqua) e lasciare lì finchè le zucchine non sono quasi cotte. A questo punto, io ho preso una parte di sughetto e l’ho passato nel mixer, per riaggiungerlo poi al resto, rimasto in padella. Questo perchè volevo ottenere una cremina oltre ai pezzettini. Nel frattempo ho fatto cuocere la pasta e, poco prima di completare la cottura, l’ho aggiunta al sugo e fatta saltare. Una volta nei piatti, ho aggiunto una spolveratina di semi di lino tritati (omega 3 ragazzi, altro che pesce!) eeee … pronta! Buon appetito! 
ps: ricordate che le zucchine diminuiscono molto il loro volume cuocendo! (con queste dosi, comunque, abbiamo mangiato in due)

Share Button

HUMMUS…. a modo mio

hummus

ragazzi, un vegetariano o vegano che si rispetti DEVE aver provato l’hummus! personalmente, ritengo sia una delle cose più buone che si possano fare in poco tempo…Ne ho creato una versione alternativa per il moroso, che, diciamolo non va proprio matto per i ceci… e allora vediamo come si fa!
INGREDIENTI:

  • una scatoletta di fagioli cannelini, già lessati
  • il succo di mezzo limone
  • un pizzico di sale (ma dipende dal vostro gusto)
  • un cucchiaio abbondante d’olio e.v.o.
  • un cucchiaio abbondante di tahin (se vi piace)

Cosa fare dunque?
tritate tutto bene, vi dovrebbe risultare una cremina molto densa, una sorta di patè. Non vi resta che spalmarlo su una fetta di pane e assaggiarlo !

Share Button

Bepi-Biscuits (E)

Hi!

here we are with my first english recipe … let’s see how many mistakes I can make  :-S

This recipe isn’t healthy or dietetic at all. But it’s all we need in order to begin monday morning with the right smile  :smile:

Ingredients:

  • 100 grams soy butter (softened, so let it out of the fridge for some minutes)
  • 200 grams flour 00
  • 100 grams sugar
  • pinch salt
  • soy milk
  • jam (I’ve chosen the cherry one, but you can use the one you prefer)
  • icing sugar

Mix the butter with flour, salt and sugar; than add soy milk until you get a compact dough, working with your hands. Let the dough covered in the fridge for half an hour.

Then roll it out until about 5mm or less. Create your biscuits using a round cutter in order to get circles with 5 cm of circumference, more or less.  Cut the centre of half biscuits, in order to obtain little donuts.

Preheat the oven to 180 C and bake for 15-20 minutes, but -care- keep an eye on them!  :cool:

Finally, when they are cold, you can compose your biscuits with one circle and one “donut”, putting jam in the middle and decorating with icing sugar.

 

Share Button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi